LIBERO COMPITO SENZA VOTO

 

Carissimo Allievo o Allieva,

Sono Gionni Voltan, l’attore ed il regista che ha recitato per voi lo spettacolo “ Don Milani Un Viaggio lungo un Mondo”.

Eravate tanti. Vi ho percepiti tutti, ma mi è mancato non potervi conoscere uno ad uno.

Oggi torno a trovarvi, sempre con la parola, ma questa volta è una parola scritta, che non recita ma Vi chiede. “Chiede” una Vostra “impressione” sullo Spettacolo. Se una impressione c’è stata.

Ma questi fogli che “chiedono”, non sono un questionario anche se troverete qui di seguito delle domande.

Questi fogli non sono un compito. E non sarà dato un voto per valutarvi. E’ un raccogliere un Vostro commento personale al Teatro che entra nella scuola. Un Teatro che racconta, narra le Idee, la Vita, le scelte, le azioni di un uomo sacerdote che “ha avuto a Cuore” la Scuola e la crescita intellettuale dei suoi ragazzi.

E’ una riflessione del “giorno dopo, ”Un dirsi silenzioso, un ripensare qualcosa di quello che si è notato, visto con gli occhi, con la mente, col cuore.

Avrei voluto offrire a “voce viva” tutto questo ma sarebbe stato praticamente impossibile raggiungervi uno ad uno. Così ho pensato a questi fogli… Il “compito è libero” e potrete rispondere a tutte o solo ad alcune delle domande che abbiamo preparato per voi. Ne troverete di seguito un bel po’, Vale molto per me il vostro parere, mi aiuterà a migliorare e a conoscervi più da vicino. Le domande consideratele libere e aperte, e soprattutto sceglietele.

Scegliete le domande cui preferite rispondere. Sentitevi liberi con la domanda. Trattatela come un seme. Le risposte potrebbero non arrivare subito. Non importa. Le risposte maturano e crescono in noi come un frutto. Potrebbe non essere questo il momento maturo per “raccogliere” la risposta.

La vostra “non risposta” avrà comunque un valore prezioso.

“I care” è il motto scelto da Don Milani per i suoi ragazzi. “I Care”, tradotto, significa “me ne importa”, “mi sta a cuore”. Io ho a cuore voi e il vostro modo personale di esserci. Le Vostre Impressioni contribuiranno a far crescere la Scuola e i Vostri Maestri.

Grazie per la vostra collaborazione

Gionni Voltan

 

DOMANDE

 

- Conoscevi Don Lorenzo Milani? Che cosa sapevi di lui?

- "I care" è un motto americano, si traduce in italiano: "Me ne importa, mi sta a cuore". Come lo metteresti in pratica questo motto nella scuola?

- Sei mai stato alla chiesetta di Barbiana? Se si che impressione hai avuto di quel luogo?

- Che impressione hai avuto quando hai sentito che alla scuola di Don Milani si studiava 12 ore al giorno per 365 giorni all'anno?

- Pensi sia possibile stare a scuola anche in modo diverso da quello delle scuole normali come la tua? Se si che cosa cambieresti?

- Alla scuola di Don Milani gli studenti più grandi insegnavano ai più piccoli, pensi potrebbe funzionare anche nelle scuole "normali"? Perché?

- Studiare in gruppo, fare i compiti insieme ai compagni di classe è meglio di studiare da solo? Perché?

- Nella sua scuola Don Milani non dava i voti, nella tua e nelle altre scuole si. Cosa ne pensi? E perché?

- Intorno al tavolo della scuola a Barbiana all'inizio, stavano sei alunni che studiavano Grammatica, Geografia, Inglese, ma anche imparavano a leggere il giornale, a consultare un orario del treno o a leggere lo stradario della provincia di Firenze.

Piacerebbe anche a te studiare cose "diverse" come: Il giornale, lo stradario provinciale e l'orario del treno? Tu li sai leggere?

Già lo fate nella tua scuola? Come?

Pensi che non sia importante? Perché?

- A proposito di cose "diverse", cosa ti piacerebbe studiare oltre alle materie che già studi a scuola?

- Cosa invece non ti piacerebbe studiare e perché?

- Hai visto lo spettacolo, hai visto una scuola e un insegnante particolari, che cosa vorresti portare nella tua scuola di quel modo particolare d'insegnare e di fare scuola?

 

Infine, cosa vorresti dirmi che non ti ho chiesto in queste domande?